Presentazione della Facoltà

La Facoltà di Diritto canonico della Pontificia Università san Tommaso d’Aquino in Roma (Angelicum), germoglio del Collegio san Tommaso dell’Ordine dei Frati Predicatori (Domenicani) a Roma, è nata nel 1896 per lo studio e l’insegnamento del Diritto canonico.

La Facoltà è composta da un gruppo di docenti, competenti nella dottrina delle rispettive discipline ed esperti nell'applicazione pratica dei principi e delle norme, a cui si ispira il loro insegnamento. La Facoltà è aperta a studenti chierici, religiosi e laici, uomini e donne.

La Facoltà offre le cognizioni di base per l'espletamento di funzioni specifiche nei Tribunali diocesani ed apostolici; alla gestione d’incarichi amministrativi sia nelle Curie diocesane che in quelle degli Istituti di Vita Consacrata; all'esercizio di una retta e fruttuosa attività pastorale; all'insegnamento nei Seminari. Nel terzo ciclo (Dottorato) la Facoltà prepara gli alunni, in particolare, alla ricerca e all'insegnamento a livello universitario. In linea di continuità con la tradizione intellettuale dei Frati Predicatori, il legame con la filosofia e la teologia è uno degli elementi caratteristici dello studio del Diritto canonico all'Angelicum.

La Facoltà, partendo dallo studio della legge positiva, cerca di far conoscere la ratio legis nel suo fondamento filosofico, teologico e giuridico, nello spirito del Concilio Vaticano II. Lo studio della Storia delle Fonti del Diritto canonico, del Diritto romano e degli elementi del Diritto civile comparato, completa la formazione giuridica degli alunni. La conoscenza del Codice dei Canoni delle Chiese Orientali e dei grandi principi che regolano le relazioni della Chiesa con nazioni e le altre comunità politiche ed il Diritto internazionale costituiscono un ulteriore, prezioso, arricchimento per lo studioso del Diritto canonico. Gli elaborati scritti riguardano le materie studiate ovvero il Diritto universale e il Diritto delle Chiese particolari e delle comunità ecclesiali (Famiglie religiose, Istituti secolari, movimenti, ecc.).

Le lezioni si tengono in italiano, ragione per cui la conoscenza della lingua italiana è richiesta; nei lavori scritti (Seminari, Tesine, Tesi di laurea) e negli esami orali si può fare uso eventualmente delle lingue moderne più comuni. Dato il carattere degli studi giuridici, è richiesta una buona conoscenza della lingua latina.

Il curriculum degli studi della Facoltà di Diritto canonico comprende tre Cicli, in conformità a quanto disposto dalla Costituzione Apostolica Sapientia Christiana e dal Decreto della Congregazione per Educazione Cattolica Novo Codice, con cui viene rinnovato l’ordine degli studi nelle facoltà di Diritto canonico (2 settembre 2002). Oltre alle lezioni magistrali sulle discipline ordinarie ed a corsi opzionali, sono previste attività di tipo seminariale ed esercitazioni pratiche. Gli studenti possono liberamente ricorrere ai docenti per colloqui di approfondimento e di chiarificazione.

 

Free template 'Colorfall' by [ Anch ] Gorsk.net Studio. Please, don't remove this hidden copyleft!